You are currently browsing the category archive for the ‘torrent’ category.

Da qualche giorno ormai è disponibile l’ultimissima versione di Deluge, IL client torrent per Gnome. Direi che lo sviluppo procede a passi da gigante e, se tempo fa ne avevo sconsigliato l’utilizzo in favore di Azureus, è ormai da qualche versione che lo utilizzo regolarmente con estrema soddisfazione. Principalmente ciò che mi ha permesso di abbandonare definitivamente il pesantissimo client Java è stata l’introduzione di alcune interessanti, e anzi indispensabili, features, quali il supporto alle connessioni cifrate, la maggiore elasticità nelle impostazioni e nella configurazione, il supporto a DHT e UPNP. E tutto questo rispettando i consueti criteri di razionalità Gnome. Il risultato è un prodotto potente e semplice, che si configura in pochi minuti (non si può dire lo stesso di Ktorrent, e sicuramente di Azureus) e che fa bene il proprio lavoro.
Leggi il seguito di questo post »

Annunci

Il fatto è questo. Scrivere una guida passo passo generale per configurare il router è impossbile. Questo perchè bene o male ogni router è fatto a modo suo, e le interfacce differiscono spesso anche in maniera sostanziale. Eppure mi è capitato di configurare diversi router e, una volta compreso la logica che sta dietro, diventa tutto molto più facile. Quindi diciamo che ho optato per scrivere inizialmente qualche linea guida generale e una breve guida per disabilitare il DHCP su Ubuntu. Spero che possa tornare utile a qualcuno.

NOTA BENE: ci tengo a precisare che NON sono un tecnico, tutto ciò che scrivo è frutto di esperienza personale ed un superficiale approfondimento portato avanti con svariati strumenti per il puro gusto personale. Molte cose potrebbero essere spiegate male, in maniera superficiale, o magari essere addirittura sbagliate. Vedete voi (se avete voglia e tempo di spiegarmi dove sbaglio, vi ringrazio in anticipo), a buon intenditore… detto questo, se siete ancora interessati alla cosa, leggete pure il resto.

Leggi il seguito di questo post »

Ubuntu nuova, problemi vecchi. Come già sappiamo Ubuntu e Azureus non vanno molto d’accordo. Si tratta di un bug noto: pare infatti che la versione presente nei repository di Ubuntu sia così vecchia da essere incompatibile con java 5 e 6. L’assurdo è che la versione dei repo di Feisty è la stessa di quelli per Edgy. Dunque il problema persiste anche con la nuova versione di Ubuntu 7.04. Non ne capisco il motivo. Come avevo già avuto modo di fare presente, Azureus è estremamente meglio di Ktorrent… capisco scegliere quest’ultimo come client predefinito, ma non rendere possibile l’utilizzo di uno dei programmi più diffusi, dopo che la cosa è stata strasegnalata, è una mancanza abbastanza grave. Ma vediamo di rimediare. Come dire, problema vecchio, soluzione vecchia. Leggi il seguito di questo post »

Ho riscritto l’articolo per dargli un taglio più preciso e per aggiornarlo. Spero nessuno se ne abbia a male 😀

Ho avuto modo di notare che su Ubuntu (ma leggo in giro linux in particolare, mi confermate?) la questione della gestione dei file Torrent è più complessa di quanto dovrebbe. In linea di massima le alternative sono tante, ma nessuna buona, non quanto su Windows, tanto che ho letto di utenti pronti a preferire uTorrent emulato con wine. Ora, per come la vedo io se utilizziamo Ubuntu 6.10, le alternative principali sono tre, e vorrei analizzarle insieme a voi. Comincio ad anticiparvi che tutte hanno i loro grossi problemi, ma la scelta migliore a mio modo di vedere resta Azureus (NON quello pacchettizzato nei repo, per carità).

Le tre alternative sono KTorrent, Deluge e Azureus
Leggi il seguito di questo post »

E’ notizia di qualche giorno che Bram Cohen, mente e corpo di BitTorrent, il protocollo P2P che ha rivoluzionato il filesharing degli ultimi anni, ha venduto il proprio “figlio” a Hollywood. BitTorrent.com, diventato adesso BitTorrent Entertainment Network, si trasforma, muta, e rinasce sotto forma di neo piattaforma per la vendita e il noleggio di materiale online, facendo concorrenza a iTunes. Una naturale antipatia per il progetto mi nasce dalla partnership, dallo stesso Cohen osteggiata (anche se “obbligatoriamente” osteggiata, diciamocelo) con DRM, la ben nota piattaforma di controllo dei contenuti multimediali made by Microsoft. In sostanza siamo di fronte ad un nuovo rivale di iTunes, ma di nuova generazione. La novità consiste infatti nella possibilità di scaricare i propri acquisti tramite un protocollo di P2P, ovvero di scaricare i contenuti molto più velocemente. Ma la sostanza non cambia. Potremmo acquistare film a scadenza, da guardare entro trenta giorni dall’acquisto e altre cose del genere, con l’unico limite della fantasia dei pubblicitari/venditori e delle tecnologie DRM. Per quanto mi riguarda, potrà sembrare strano a chi mi conosce, ma sono contento. Perchè secondo me, prima di una vittoria del DRM, si tratta di una vittoria del P2P. Alzi la mano chi pensa che in seguito a questo fatto chiuderanno i principali motori di ricerca di file .torrent. Scommetto che non ci sono mani alzate al di là dei monitor. Quindi sostanzialmente non cambierà niente, ciò che finora era Torrent resterà per noi tale, solo avremo qualche possibilità in più. Per chi è interessato. E di fronte alle nuove possibilità, non posso che essere aperto. Per il resto, per dare un giudizio sul servizio bisognerà attendere, visto che almeno per ora tutto è diretto agli USA, e per qualche localizzazione penso dovremmo attendere ancora un po’.